FP CGILPOTENZA

Funzione Pubblica CGIL

Seguici su

FP CGIL, FILCTEM CGIL: “DUE TAVOLI SEPARATI ARPAB E AGROBIOS”

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin


Arpab e Agrobios
Comparti e settori diversi richiedono tavoli diversi
Strumentale il tentativo del direttore dell’Arpab
di far passare un comportamento non unitario della Cgil

Fp Cgil e Filctem Cgil ritengono strumentale il tentativo del direttore dell’Arpab Antonio Tisci di far credere che la Cgil abbia ai tavoli un comportamento non unitario al suo interno. Ricordiamo che le ragioni, ribadite dalla Cgil in una nota e a inizio riunione, hanno origine dalla volontà dello stesso direttore di indire un incontro sindacale per contrattare la pronta reperibilità per due diverse categorie di lavoratori: i dipendenti ARPAB che appartengono al comparto della Sanità Pubblica e i lavoratori ex Agrobios che invece afferiscono al comparto chimico farmaceutico. Come è noto, comparti e settori diversi non possono portare a un unico regolamento.
Ribadiamo che la Cgil non si è mai sottratta al confronto, ma crede in un confronto produttivo e finalizzato a un risultato. E non si tratta neanche di discriminazione, come affermato dal direttore, ne’ di opposizione all’integrazione dei lavoratori. Forse il direttore Tisci dimentica che, da sempre, Fp Cgil e Filctem Cgil lavorano fianco a fianco sui tavoli regionali per trovare una soluzione definitiva per i lavoratori ex Agrobios. Ma questo non è il modo per arrivare al risultato. Oggi sono lavoratori gestiti da contratti diversi, così come diversi devono essere gli accordi sindacali sulla gestione degli istituti contrattuali che li riguardano.
Tutto qui, nessun boicottaggio nell’intento dichiarato dal direttore di recuperare credibilità all’Arpab. Per quanto ci riguarda, siamo fermamente convinti che solo percorsi lineari possono garantire l’effettiva volontà di risolvere questa annosa vicenda. L’agenzia, che svolge compiti essenziali, quali il monitoraggio e il controllo dei fattori di rischio per l’ambiente lucano, deve essere rilanciata e potenziata per assumere un ruolo che oggi non ha. Solo attraverso una vera riorganizzazione e un’attenzione alle politiche di tutto il personale, che da anni opera con senso di responsabilità e abnegazione, si potrà veramente arrivare alla valorizzazione e al rilancio del ARPAB.

Fp Cgil Filctem CGIL
Sabbatella Andrisani