FP CGILPOTENZA

Funzione Pubblica CGIL

Seguici su

Condannato il Comune di Potenza per condotta antisindacale

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Il Comune di Potenza è stato condannato per condotta antisindacale. Il giudice del lavoro del Tribunale del capoluogo ha accolto totalmente le nostre richieste per non avere attivato il confronto con le organizzazioni sindacali in tema di articolazione del terzo turno di servizio per il corpo di polizia municipale, istituito lo scorso mese di novembre.
L’istituzione del terzo turno era stata una scelta ventilata dall’amministrazione come strategica per garantire la sicurezza in città, o meglio nel centro storico, ed era stata adottata con una mera determinazione dirigenziale senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali che rappresentano i lavoratori interessati dalle misure e contestualmente gli interessi dei cittadini del nostro capoluogo. Prima ancora di entrare nel merito delle prerogative sindacali contrattualmente previste e che sono state palesemente lese da una determina trasmessa ai sindacati per “opportuno garbo istituzionale”, abbiamo da subito ritenuto inaccettabile il metodo adottato senza l’attivazione di un previo confronto sulla misura del terzo turno, sui suoi obiettivi e sulla reale perseguibilità, confronto previsto, tra l’altro, dagli articoli 5 e 7 del contratto collettivo nazionale del lavoro 2016/2018.
Siamo estremamente soddisfatti della vittoria odierna che sancisce un principio ineludibile, ovvero la del confronto sindacale in tema di articolazione dell’orario di lavoro.