Convenzione AGOS

Convenzione tra la FP CGIL e l’Università telematica UNITELMA SAPIENZA

Convenzione rinnovata sino al 31/10/2018

 La FP CGIL nazionale ha tuttora in essere una convenzione attiva con l’Università telematica UNITELMA SAPIENZA, rinnovata il 25/01/2017 e valida sino al 31/10/2018. In linea generale, gli importi delle tasse di iscrizione dei corsi di Laurea e dei corsi di Laurea Magistrale, oggetto di riduzione convenzionata, sono aggiornati di anno in anno e sono visualizzabili direttamente dalle pagina web del sito dell’ateneo:  http://www.unitelmasapienza.it/

In seguito ad una nostra richiesta ed a un incontro con il Rettore, Unitelma Sapienza, ha modificato le quote specifiche per l’accesso ai Master di 1° livello in “Management e funzioni di coordinamento” e in “Infermieristica Forense” come di seguito descritto:
a) la quota agevolata per gli iscritti FP CGIL è di € 690,00, da versare in 4 rate:
1° rata all’atto dell’iscrizione di € 200,00
2° rata da versare a 60 gg. di € 200,00
3° rata da versare a 90 gg. di € 160,00
4° rata da versare a 120 gg. di € 130,00
Per gli aderenti alla FP CGIL, iscritti ai master dopo il 1° novembre 2015, l’importo della quarta rata del costo verrà ridefinita per allinearsi all’importo annuale delle riduzioni di cui sopra.
b) alla quota, di cui al punto a), si deve aggiungere la tassa regionale di diritto allo studio, fissata dall’articolo 27 della Legge Regionale Lazio 20 maggio 1996, n. 16, che è pari a € 140,00
c) le agevolazioni sono estese anche al nucleo famigliare degli iscritti FP CGIL Per fruire delle riduzioni convenzionate, l’iscritto (o il famigliare) deve presentare, unitamente alla documentazione necessaria per l’immatricolazione/iscrizione, la certificazione di iscrizione alla FP CGIL, pena la non applicabilità delle agevolazioni previste. Tra i nuovi corsi Unitelma Sapienza, accessibili anche con riduzioni convenzionate per gli iscritti FP CGIL, ve ne segnaliamo due dell’area socio-politica, che riteniamo interessanti per dirigenti e attivisti sindacali:
· Corso di formazione (dura 3 mesi e assegna 15 cfu) “Conoscere la politica”, le cui caratteristiche sono visibili ne bando scaricabile dal link:
http://www.unitelmasapienza.it/fai-la-tua-scelta/corso-di-formazione/conoscere-la-politica
· Master di 1° livello “Fare politica: cultura, democrazia e partecipazione”, le cui caratteristiche sono visibili ne bando scaricabile dal link:
http://www.unitelmasapienza.it/fai-la-tua-scelta/master/fare-politica-cultura-democrazia-e-partecipazione
Inoltre, Unitelma Sapienza in collaborazione con INPS ha attivato 6 Master ( per i figli dei dipendenti pubblici) e 9 Master Executive ( per i dipendenti pubblici) che mettono a disposizione 105 borse di studio INPS di € 5000 a copertura totale della quota di partecipazione ai Master e 150 borse di studio di € 3400 a copertura parziale della quota di partecipazione messe a disposizione da Unitelma Sapienza.
Master indirizzati ai figli ed orfani dei dipendenti e pensionati iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali Disponibilità di 42 borse INPS e 60 borse Unitelma Sapienza

Questi i corsi attivati:
·  Creazione e gestione di  start up di impresa – CREGESI – Master I livello
·  Diritto ed Economia per la nuova impresa- DENI – Master I livello
·  Criminologia, scienze investigative e della sicurezza – CRIMINS – Master I livello
·  International cooperation finance and development – ICO – Master I livello
·  Europrogettazione nei servizi sociali – EMESS – Master I livello
·  Organizzazione e innovazione nelle Pubbliche Amministrazioni – OIPA – Master II livello

Per essere ammesso al concorso per le borse INPS,  il candidato deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) essere figlio o orfano di dipendente o pensionato iscritto alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali ;
b) aver presentato, presso Unitelma Sapienza, domanda di partecipazione al Master universitario per cui si intende richiedere la borsa di studio;
c) essere inoccupato o disoccupato alla data di presentazione della domanda, ovvero con reddito annuo inferiore a € 8000,00 ovvero, se proveniente da lavoro autonomo, inferiore ad € 4800.00;
d)avere età inferiore ai 40 anni alla data di presentazione della domanda;
e) non aver già ricevuto dall’Istituto, nei quattro  Anni Accademici precedenti, borse di studio per Master o corsi di perfezionamento.

ATTENZIONE : coloro che non hanno i requisiti richiesti per le borse INPS possono partecipare per le borse Unitelma Sapienza.

INFORMAZIONI:
· http://www.unitelmasapienza.it/notizie/borse-di-studio-master-inps
· Tel. 06 – 81100288 oppure masterinps@unitelmasapienza.it

Master Executive indirizzati ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali Disponibilità di 63 borse INPS e 90 borse Unitelma Sapienza

Questi i corsi attivati:
· Health and Safety Compliance: organizzazione, sistemi di gestione della sicurezza e responsabilità – MHASC – Master I livello
· Diritto dell’amministrazione digitale – DAG – Master I livello
· Euro Progettazione nei Servizi Sociali e Sanitari – EMESS – Master I livello
· Il Management dei Beni e delle Attività Culturali – MABAC – Master I livello
· Anticorruzione, etica pubblica, trasparenza, amministrazione digitale – MAEP – Master I livello
· Metodologie e tecniche  per l’amministrazione digitale – METAD – Master I livello
· Gestione delle istituzioni scolastiche e Responsabilità formative – MAGIS – Master I livello
· Direzione ed organizzazione delle aziende sanitarie – OAS – Master I livello
· Management delle Università: organizzazione, trasparenza, valutazione nell’amministrazione degli Atenei – UOL – Master I livello

Per partecipare all’avviso delle borse di studio INPS per i Master Executive si deve:
a) essere dipendenti della pubblica amministrazione in servizio e iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
b)aver presentato la domanda di partecipazione a Unitelma Sapienza;
c) non aver già ricevuto dall’Istituto, negli a.a. 2013/14, 2014/15 e 2015/16 borse di studio per Master o corsi di aggiornamento professionale convenzionati e finanziati dall’Istituto medesimo;
d) presentare la domanda all’INPS in via telematica secondo le indicazioni del bando INPS.

ATTENZIONE : coloro che non hanno i requisiti richiesti per le borse INPS possono partecipare per le borse Unitelma Sapienza.

INFORMAZIONI:
· http://www.unitelmasapienza.it/notizie/borse-di-studio-master-inps
· Tel. 06 – 81100288 oppure masterinps@unitelmasapienza.it

Corsi ECM

Protocollo d’intesa con la Federconsumatori

Siglato protocollo d’intesa tra Fp Cgil e Federconsumatori

E’ stato siglato ieri, lunedì 16 luglio 2012, un protocollo d’intesa tra Fp Cgil Nazionale e Federconsumatori nazionale.

L’intesa si pone a base di una alleanza più vasta e solida con l’associazione dei consumatori ed ha, fra gli obiettivi, quelli di contrastare gli effetti perversi della finanziarizzazione dell’economia, di affrontare i temi di un nuovo modello di sviluppo e di un nuovo modello di consumo basato anche sulla ricostruzione di un nuovo intervento pubblico.

Tutto ciò provando a costruire, in maniera non episodica, una politica in grado di difendere e ampliare i diritti di cittadinanza, in una idea di beni comuni quali fattori strategici di riforma edavanzamento del Paese.

Fra i punti operativi convenuti abbiamo posto le basi per una proficua collaborazione:

  1. sul sistema dei servizi (accesso alle strutture ed ai servizi di Federconsumatori da parte degli iscritti alla FP-CGIL),
  2. sulla formazione (attività di formazione congiunta/integrata su consumo, tutele individuali,prezzi e tariffe, autotutela, class action)
  3. sulla comunicazione (numero verde e news letter federconsumatoria disposizione degli iscritti FP-CGIL)
  4. sul tesseramento (reciproca promozione per quanto attiene all’accesso alle rispettivesedi, informazioni, servizi).

La collaborazione avviata con Federconsumatori è a fondamento di un percorso che va ulteriormente sviluppato nei successivi passaggi organizzativi e territoriali, consapevoli, come siamo, che, anche per ciò che attiene le questioni di politica più generale che investono la categoria, la relazione fra il nostro lavoro ed i cittadini che usufruiscono dei nostri servizi è e resterà uno dei punti nodali attorno al quale si devono rilanciare le nostre politiche attive sul lavoro pubblico.

Roma, 17 luglio 2012